giovedì 22 ottobre 2009

LA FARINA DI CASTAGNE

Io la adoro! la farina di castagne è in assoluto una delle mie preferite, per come è vellutata, per quel suo sapore dolciastro e per il profumo di autunno; così quando è arrivato a casa Pelagatti il nuovo numero della cucina italiana (regalato da lei) ho dovuto per forza provare questa ricetta.
Premetto che non è piaciuta proprio a tutti ma credo che gli am
anti delle castagne la apprezzeranno!


GNOCCHETTI DI CASTAGNE (dalla Cucina Italiana, n.10, ottobre 2009)

Ingredienti

farina di grano duro 200 gr
farina di castagne 200 gr
4 uova
vino bianco 100 gr
funghi porcini secchi 50 gr
funghi freschi misti 500 gr
3 pomodori
2 scalogni
brodo vegetale
prezzemolo
olio evo
sale e pepe

Preparate le pasta unendo le due farine, un pizzico di sale e le uova. Impastate fino ad ottenere una pasta soda e fatela riposare per 20 minuti coperta da un canovaccio umido. Nel frattempo mettete in ammollo in acqua tiepida per 20 minuti i funghi secchi, poi strizzateli e tritateli non troppo finemente. Sminuzzate il prezzemolo. Tagliate i pomodori pelati e privati dei semi a tocchetti.
In una padella rosolate lo scalogno tritato finemente con due cucchiai di olio evo, unite i porcini tritati e i funghi freschi. Salate e cuocete coperto p
er 4 minuti, unite i pomodori, salate, pepate e cuocete per altri 15 minuti. Scoperchiate, aggiungete il vino bianco, un mestolo di brodo e portate a cottura.
Rilavorate la pasta formando dei cilindri di diametro 1 cm. Tagliateli in dischetti e premendo con l'indice al centro di ogni disco formate gli gnocchetti. Lasciate riposare per 30 minuti.
Completate il sugo con un ciuffo di prezzemolo tritato, lessate gli gnocchi, scolateli e saltateli per meno di un minuto.

martedì 13 ottobre 2009

Finalmente un po' di freddo!!



Io non ne posso più del caldo, delle maniche corte, delle finestre aperte, dei gelati e di tutto quello che richiama il caldo e l'estate!
Così dopo la "rinfrescata" di ieri ho tirato un bel sospiro di sollievo e mi sono voluta coccolare con un piatto semplice che sa di inverno, di caminetto acceso, di serate passate davanti alla tv con una tisana fumante tra le mani e una bella coperta sulle gambe!

..e finalmente ho trovato la giusta occasione per consumare questo pacchetto di fave secche che giaceva in dispensa dall'anno del mai!!

CREMA DI FAVE E CROSTINI PROFUMATI ALL'AGLIO

Ingredienti:

300 gr di fave secche
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
olio
sale e pepe
brodo vegetale
4 o 5 fette di pane (meglio se integrale)
1 spicchio d'aglio

Mettete a bagno le fave secche, devono rimanere in ammollo almeno per 12 ore quindi ricordatevi di farlo il giorno prima!!!
Lessatele in abbondante acqua salata per circa 1 ora e mezzo, devono essere ben cotte.
Scolatele e tenetele da parte.
In un tegame soffriggete la carota, il sedano e la cipolla con un po' di olio, cuocete per 5 minuti e aggiungete le fave lessate e il brodo vegetale.
Tentete ancora sul fuoco fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben cotti, aggiustate di sale e unite il pepe.
Nel frattempo tagliate le fette di pane, strusciateci sopra uno spicchio d'aglio, suddividetele in piccoli dadini e fate rosolare in una padella antiaderente aggiungendo un po' d'olio e un po' di sale.
Tornate ora alle fave, con il frullatore ad immersione riducete la zuppa in crema. Se risultasse troppo densa allungate con altro brodo vegetale.
Servite caldissima con un filo d'olio a crudo e con i crostini di pane agliato!