martedì 13 ottobre 2009

Finalmente un po' di freddo!!



Io non ne posso più del caldo, delle maniche corte, delle finestre aperte, dei gelati e di tutto quello che richiama il caldo e l'estate!
Così dopo la "rinfrescata" di ieri ho tirato un bel sospiro di sollievo e mi sono voluta coccolare con un piatto semplice che sa di inverno, di caminetto acceso, di serate passate davanti alla tv con una tisana fumante tra le mani e una bella coperta sulle gambe!

..e finalmente ho trovato la giusta occasione per consumare questo pacchetto di fave secche che giaceva in dispensa dall'anno del mai!!

CREMA DI FAVE E CROSTINI PROFUMATI ALL'AGLIO

Ingredienti:

300 gr di fave secche
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
olio
sale e pepe
brodo vegetale
4 o 5 fette di pane (meglio se integrale)
1 spicchio d'aglio

Mettete a bagno le fave secche, devono rimanere in ammollo almeno per 12 ore quindi ricordatevi di farlo il giorno prima!!!
Lessatele in abbondante acqua salata per circa 1 ora e mezzo, devono essere ben cotte.
Scolatele e tenetele da parte.
In un tegame soffriggete la carota, il sedano e la cipolla con un po' di olio, cuocete per 5 minuti e aggiungete le fave lessate e il brodo vegetale.
Tentete ancora sul fuoco fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben cotti, aggiustate di sale e unite il pepe.
Nel frattempo tagliate le fette di pane, strusciateci sopra uno spicchio d'aglio, suddividetele in piccoli dadini e fate rosolare in una padella antiaderente aggiungendo un po' d'olio e un po' di sale.
Tornate ora alle fave, con il frullatore ad immersione riducete la zuppa in crema. Se risultasse troppo densa allungate con altro brodo vegetale.
Servite caldissima con un filo d'olio a crudo e con i crostini di pane agliato!

3 commenti:

Lo ha detto...

buonissima questa tua zuppa...in effetti pure io mi sono fatta le prime zuppe con estrema gioia...la tua è da copiare! bacissimo

salsadisapa ha detto...

grande biceeeeeeee anch'io amo l'autunno e questo freschino (ehm, diciamo pure freddo!) che implica piatti caldi, forni accesi, panificazioni varie, vellutate, zuppe, premi ricchi e cotillon! son suonata, lo so :-) brava bice, baci!

anna the nice ha detto...

Finalmente ho trovato qualcuno che cucina e fave secche. Quelle che d noi si chiamano fave bianche, che noi serviamo con le cicorielle.
Questa versione crema lenta mi intriga moltissimo.
a presto
Ann