giovedì 22 ottobre 2009

LA FARINA DI CASTAGNE

Io la adoro! la farina di castagne è in assoluto una delle mie preferite, per come è vellutata, per quel suo sapore dolciastro e per il profumo di autunno; così quando è arrivato a casa Pelagatti il nuovo numero della cucina italiana (regalato da lei) ho dovuto per forza provare questa ricetta.
Premetto che non è piaciuta proprio a tutti ma credo che gli am
anti delle castagne la apprezzeranno!


GNOCCHETTI DI CASTAGNE (dalla Cucina Italiana, n.10, ottobre 2009)

Ingredienti

farina di grano duro 200 gr
farina di castagne 200 gr
4 uova
vino bianco 100 gr
funghi porcini secchi 50 gr
funghi freschi misti 500 gr
3 pomodori
2 scalogni
brodo vegetale
prezzemolo
olio evo
sale e pepe

Preparate le pasta unendo le due farine, un pizzico di sale e le uova. Impastate fino ad ottenere una pasta soda e fatela riposare per 20 minuti coperta da un canovaccio umido. Nel frattempo mettete in ammollo in acqua tiepida per 20 minuti i funghi secchi, poi strizzateli e tritateli non troppo finemente. Sminuzzate il prezzemolo. Tagliate i pomodori pelati e privati dei semi a tocchetti.
In una padella rosolate lo scalogno tritato finemente con due cucchiai di olio evo, unite i porcini tritati e i funghi freschi. Salate e cuocete coperto p
er 4 minuti, unite i pomodori, salate, pepate e cuocete per altri 15 minuti. Scoperchiate, aggiungete il vino bianco, un mestolo di brodo e portate a cottura.
Rilavorate la pasta formando dei cilindri di diametro 1 cm. Tagliateli in dischetti e premendo con l'indice al centro di ogni disco formate gli gnocchetti. Lasciate riposare per 30 minuti.
Completate il sugo con un ciuffo di prezzemolo tritato, lessate gli gnocchi, scolateli e saltateli per meno di un minuto.

martedì 13 ottobre 2009

Finalmente un po' di freddo!!



Io non ne posso più del caldo, delle maniche corte, delle finestre aperte, dei gelati e di tutto quello che richiama il caldo e l'estate!
Così dopo la "rinfrescata" di ieri ho tirato un bel sospiro di sollievo e mi sono voluta coccolare con un piatto semplice che sa di inverno, di caminetto acceso, di serate passate davanti alla tv con una tisana fumante tra le mani e una bella coperta sulle gambe!

..e finalmente ho trovato la giusta occasione per consumare questo pacchetto di fave secche che giaceva in dispensa dall'anno del mai!!

CREMA DI FAVE E CROSTINI PROFUMATI ALL'AGLIO

Ingredienti:

300 gr di fave secche
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
olio
sale e pepe
brodo vegetale
4 o 5 fette di pane (meglio se integrale)
1 spicchio d'aglio

Mettete a bagno le fave secche, devono rimanere in ammollo almeno per 12 ore quindi ricordatevi di farlo il giorno prima!!!
Lessatele in abbondante acqua salata per circa 1 ora e mezzo, devono essere ben cotte.
Scolatele e tenetele da parte.
In un tegame soffriggete la carota, il sedano e la cipolla con un po' di olio, cuocete per 5 minuti e aggiungete le fave lessate e il brodo vegetale.
Tentete ancora sul fuoco fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben cotti, aggiustate di sale e unite il pepe.
Nel frattempo tagliate le fette di pane, strusciateci sopra uno spicchio d'aglio, suddividetele in piccoli dadini e fate rosolare in una padella antiaderente aggiungendo un po' d'olio e un po' di sale.
Tornate ora alle fave, con il frullatore ad immersione riducete la zuppa in crema. Se risultasse troppo densa allungate con altro brodo vegetale.
Servite caldissima con un filo d'olio a crudo e con i crostini di pane agliato!

giovedì 24 settembre 2009

(Ri) deGustibooks!!

Come ha già fatto Monique sul suo blog anche io ci tengo a segnalare la nuova edizione di deGustibooks che si terrà a Firenze presso la Fortezza da Basso dal 15 al 18 ottobre.
Tra i numerosi eventi proposti dalla manifestazione ritrovo con piacere il
secondo raduno dei food blogger.
L'anno scorso ho partecipato da spettatrice (e credo anche quest'anno) ma è stato molto piacevole conoscere qualcuno di voi (
Monique, Fabien, Afrodita...)
Spero che quest'anno ci sia un po' più di partecipazione e invito tutti i food blogger a divulgare la notizia!
Maggiori informazioni sul sito
http://www.degustibooks.it/

lunedì 21 settembre 2009

Il tè delle cinque

Finalmente è arrivata un po' di pioggia!!! Lo so che in molti non saranno d'accordo ma io adoro le giornate uggiose come quelle di ieri, quelle giornate lente dove non fai altro che trascinarti dal divano al letto e dal letto al divano! Ieri, mentre guardavo "Un americano a Parigi" con una bella tazza di tè fumante tra le mani ho pensato che questi biscotti ci sarebbero stati proprio bene! La ricetta viene dall'Ele (e lei per i cookies è una vera maestra!).

COOKIES ALLA MELA E CANNELLA

Ingredienti:

1 mela verde

120 gr. burr
o
150 gr. zucchero di canna

1 cucchiaino di cannella

1 uovo

200 gr. farina 00
1/2 bustina di lievito

1 pizzico di sale

In una padella, fate rosolare la mela tagliata a dadini con 20 gr. di burro. Cuocete per circa 5 minuti, poi togliete da fuoco e lasciate raffreddare.
Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero, la cannella e il sale. Aggiungete l'uovo e mescolare nuovamente finchè non risulterà bello cremoso. Unite la farina settacciata con il lievito, mescolate e aggiungete i dadini di mela. Confezionate con un cucchiaino delle palline che metterete sulla placca del forno ben fredda e ben distaziate fra loro. Infornate per circa 15 minuti a 190 ° C. Quando son bene dorate togliete dal forno e lasciate raffreddare.

giovedì 3 settembre 2009

IL RIENTRO..

Nonostante l'afa tremenda che continua ad imperversare su Firenze con l'arrivo di settembre e la fine delle vacanze mi è tornata un po' la voglia di cucinare!
Il mio frigorifero oggi piangeva miseria e l'unica cosa "cucinabile" era il petto di pollo...
ho pensato a qualcosa di rapido ma gustoso e mi sono ricordata che mille anni fa a casa nostra andava parecchio di moda il pollo al curry!
Ovviamente la ricetta non me la ricordavo ed ho improvvisato!
Le patate chips mi sono sembrate il contorno ideale, se utilizzate la friggitrice vengono croccanti e buone come quelle acquistate! (anzi meglio!).

POLLO AL CURRY E PATATE CHIPS

Ingredienti

3 cipolle bianche
1 petto di pollo
olio
curry
latte
un po' di brodo
farina 00
farina di mais

In una padella capiente fate soffriggere le tre cipolle tritate finemente e fatele appassire bene, se serve aggiungete un po' di brodo per portarle a cottura.
Nel frattempo tagliate il petto di pollo a bocconcini e infarinatelo con le due farine mixate.
Quando la cipolla è ben dorata aggiungete il pollo, fatelo cuocere a fuoco medio. Anche in questa fase potete aggiungere un po' di brodo se serve. Salate.
Poco prima che la cottura sia ultimata versate il latte (circa 1 bicchiere) sul pollo e un cucchiaino di curry. Aspettate che il latte si rapprenda..deve diventare una cremina colorata e insaporita al curry!
Servite caldo accompagnato dalle patate chips o da un'insalatina mista!



sabato 15 agosto 2009

CROSTATA DI FERRAGOSTO


Questa ricetta la devo a Laura!
Qualche sera fa siamo uscite per una bevuta ed è stata così gentile da portarmi la ricetta di questa crostata semplice e buona..così, dopo molto tempo, mi ha fatto tornare la voglia di cucinare qualcosa e di aggiornare finalmente il blog!!

CROSTATA DI PESCHE ALLA CREMA DI FORMAGGIO

Ingredienti

Pasta frolla 450 gr
Mandorle 50 gr
Savoiardi 3
Pesche mature 5
Formaggio fresco 200 gr
Farina 30 gr
Zucchero 100 gr
Burro 75 gr
Scorza grattugiata di 1/2 limone
120 ml di latte

La ricetta originale prevede 450 gr di frolla già pronta, io preferisco sempre utilizzare della frolla casalinga che realizzo con 300 gr di farina, 150 gr di burro, 150 gr di zucchero, 1 uovo e 2 tuorli.

Amalgamate la pasta frolla con
50 gr di mandorle tritate e foderate una teglia di 24 cm di diametro, forate con i rebbi di una forchetta e sbriciolate sul fondo della torta i 3 savoiardi.

A parte fate fondere il burro e lasciatelo un po' raffreddare.
Mescolate il formaggio fresco (io ho usato la ricotta) con la farina, lo zucchero, il burro fuso, il latte e la scorza di limone, fino ad ottenere una crema omogenea e morbida.

Sbucciate le pesche, dividetele a metà, eliminate il nocciolo e tagliate a spicchi la polpa. Distribuite ordinatamente sullo strato di savoiardi. Coprite con la crema e livellate la superficie.

Coprite la crostata con delle strisce di frolla e infornate a 180° per circa 45 minuti.

venerdì 12 giugno 2009

PER LA GRIGLIATA DI DOMANI..


Domani sono stata invitata ad una grigliata nella casa di campagna di un mio amico, per l'occasione ho preparato un similtiramisù alle fragole. Ero un po' indecisa su che tipo di dolce portare, volevo una cosa fresca e leggera che potesse cadere a pennello dopo una mangiata di carne e verdure alla brace! Dopo un mini sondaggino su facebook ho optato per la ricetta della mia amica Costanza (o meglio di sua suocera..diamo a Cesare..). Non posso mettere dosi precisissime perchè la crema che compone il dolce va valutata ad occhio..comunque ci provo.

SIMILTIRAMISU' YOGURT E FRAGOLE


Ingredienti


500 gr di fragole (più altre per guarnire)

1 confezione di pavesini

500 gr di panna

400 gr di yogurt alle fragole (senza pezzi)
2 cucchiai di zucchero

Queste dosi sono sufficienti per una teglia media e per 4 bicchieri.


Frullare le fragole con il minipimer e ridurle in crema. Montare la panna (bene bene bene!!!) con i due cucchiai di zucchero. Amalgamare la panna con lo yogurt, la salsa non deve essere troppo liquida quindi vi consiglio di aggiungere lo yogurt poco per volta e di valutare "ad occhio" la quantità giusta di yogurt da inserire. Montate i bicchierini utilizzando questo schema: 1 cucchiaiata di fragole frullate, uno strato di pavesini imbevuti nelle fragole frullate, crema di yogurt e panna, pavesini, crema di yogurt e panna fino ad esaurimento degli ingredienti.

venerdì 22 maggio 2009

PIGRIZIA

Lo so, dovrei scrivere più spesso!
E vorrei! giuro che vorrei!!..ma sono pigra! pigrissima!!..poi metteteci anche che ultimamente o cucino mezze ciofeche oppure cucino piatti riciclati da altri blog e il gioco è fatto, i mesi passano senza che questo spazio venga degnato di uno sguardo da parte della sottoscritta!
Oggi rimedio con questo secondino leggero scopiazzato dall'ultimo numero della Cucina Italiana (rivista a cui sono abbonata da poco grazie alla mia amica Stefy!!!!)
@
JULIENNE DI SEPPIE, ASPARAGI E TACCOLE

@

@

Ingredienti


4 seppie kg 1,1
asparagi 300 gr
taccole 50 gr
pinoli 30 gr
uno scalogno
vino bianco secco
basilico
olio extra vergine di oliva


Pulite le seppie (o fate come me..compratele già pulite ;)).
Togliete i tentacoli e metteteli in una casseruola con l'acqua fredda e una spruzzata di vino bianco. Lessateli per 10 minuti dal levarsi del bollore. Lasciateli intiepidire nella loro acqua di cottura.
Tagliate i corpi delle seppie a striscioline sottili.
Nel frattempo mondate gli asparagi e riduceteli a fettine, fate lo stesso con le taccole.
In una padella fate appassire lo scalogno, unite le taccole e gli asparagi portando le verdure quasi a cottura. Aggiungete le seppie tagliate a striscioline e i tentacoli scolati e tagliuzzati.
Cuocete per 3 minuti, non di più altrimenti le seppie diventano di marmo!!!
In un padellino scaldate un filo d'olio e rosolatevi i pinoli.
Unite i pinoli alle seppie e cospargete il tutto con un po' di basilico fresco tritato.
Servite subito.

lunedì 27 aprile 2009

OGGI UN DOLCE


Questo dolcino era perfetto per la raccolta di Mara ma sono arrivata tardi anche per la seconda scadenza!! La ricetta è tratta dal libro "CIOCCOLATO" di Trish Deseine di cui avevo già parlato quì. Poche le regole da seguire per ottenere un dolce perfetto:
@
1) Il cioccolato che usate deve essere di ottima qualità, il fondente deve avere più del 60% di cacao, quello al latte più del 30%.
@
2) Se fondete il cioccolato nel microonde ricordatevi di mescolarlo spesso affinche si fonda uniformemente.

3) Fate attenzione quando sformate il dolce, assicuratevi che si sia ben solidificato (meglio se lo preparate il giorno prima)!!

@
PAVE' AI TRE CIOCCOLATI

@
Ingredienti
@
250 gr di cioccolato fondente
275 gr di cioccolato al latte
300 gr di cioccolato bianco
20+20+15 cl di panna liquida
@

Fondere separatemente i tre cioccolati, dividete la panna in 3 parti e portate ogni parte ad ebollizione. Aggiungete al cioccolato fondente 20 cl di panna, al cioccolato al latte 20 cl di panna e i restanti 15 cl di panna al cioccolato bianco. Prendete uno stampo da plum cake, se come me utilizzate uno stampo non in silicone ricordatevi di foderarlo con della pellicola, versate il primo strato di cioccolato fondente e mettetelo in freezer fin quando non si indurisce. Fate lo stesso con il cioccolato al latte e successivamente con il cioccolato bianco. Lasciate riposare in freezer per un giorno. Capovolgete, decorate e servite a fette.

ATTENZIONE!
Visto che Mara ha deciso di accettarmi anche fuori tempo massimo con questo dolce partecipo alla sua iniziativa Il dolce cucchiaio.



venerdì 10 aprile 2009

LIBERA!


Ritorno alla mia passione dopo tanti mesi, molti di voi già sanno, altri no.
Venerdì scorso finalmente mi sono laureata in architettura e adesso sono libera!!
Ho un po' di incertezze su cosa mi riserverà il futuro e le sensazioni che provo sono belle e paurose insieme..in fin dei conti la vita della studentessa è stata la mia vita per molti anni e ora che mi ritrovo senza molto da fare e senza esami da preparare mi prende un po' di panico!! (ma solo un pochino è!!).
Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine durante la stesura di questa tesi, tutti quelli che mi hanno supportato e incoraggiato a non mollare mai in questi lunghi anni!

Intanto posto una delle 5 ricette che ho in parcheggio più o meno da Natale..(si, lo so..sono clamorosa!).
Questa l'ho presa da un blog che ho tra i favoriti ma non riesco a ricordare quale! Quindi vi prego, se qualcuno la riconosce mi faccia sapere che aggiungo subito il link diretto alla fonte originale!

INSALATA NEI CESTINI DI PANE



Ingredienti:

250 gr di farina 00
50 gr di farina di mandorle
60 gr di burro
un pizzico di sale
300 gr tra indivia riccia e radicchio rosso
120 gr di pancetta a fettine
80 gr di gherigli di noce
1 mela delizia
50 gr di pecorino
sale
pepe
olio e aceto

Disponete la farina a fontana e al centro aggiungete il burro morbido tagliato a dadini, la farina di mandorle (io ho utilizzato le mandorle tritate) e l'acqua. Impastate fino a d ottenere un composto sodo e omogeneo.
Lasciate riposare in frigorifero per circa 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 180°, stendete la pasta piuttosto sottile e ricavate dei dischi. Adagiate i dischi di pasta sopra uno stampo da muffin capovolto, in modo da formare tanti cestini. Cuocete per una decina di minuti o fino a doratura.
Lasciate raffreddare e sformate.

Preparate l'insalata mescolando l'indivia, il radicchio, i gherigli di noce e il pecorino tagliato a pezzetti. In un padellino antiaderente fate dorare la pancetta tagliata a pezzetti fino a renderla croccante.
Lavate la mela, privatela del torsolo e lasciate la buccia, tagliatela a fette sottili e aggiungetela all'insalata insieme alla pancetta. Condite il tutto con olio, aceto sale e pepe e sistematela nei cestini.

venerdì 30 gennaio 2009

QUESTA RICETTA..

Questa ricetta è in parcheggio da Natale, l'avevo assaggiata al pranzo del 25 a casa dei suoceri di mio fratello e avevo deciso che l'avrei postata perchè mi piaceva proprio tanto.. poi i miei impegni mi hanno tenuta lontana sia dalla cucina che dal blog e anche da molte altre cose (la mia amica Cele viene oggi a prendere il suo regalo di Natale!..e con questo ho detto tutto).
La ricetta originale prevedeva di realizzare dei maltagliati con l'impasto ma io ho voluto provare la versione tagliatella.

Quindi eccola quì la prima ricetta del 2009:

TAGLIATELLE DI FARINA DI CASTAGNE al pecorino toscano, olio, pepe e rosmarino.



Ingredienti:

150 gr di farina di castagne
150 gr di farina 0
2 uova
1 albume
acqua q.b.
pecorino toscano
olio
pepe
rosmarino
aglio

Disporre le due farine, precedentemente setacciate, a fontana. Unire le due uova e l'albume. Impastare il tutto e, se occorre, aggiungere un po' d'acqua. Lasciare riposare un po' l'impasto.
Stendere la pasta e ricavare le tagliatelle (io ho usato l'apposita macchina..un incubo!)

Per condire queste tagliatelle dal sapore dolciastro usate un condimento che crei un po' di contrasto. Io avevo in casa poco e niente, così mi sono consultata con la Salsadisapa che ha sempre le risposte giuste in fatto di cibo (e anche di architettura!) ed ho optato per un condimento a base di pecorino toscano!.
Ho fatto rosolare in abbondante olio uno spicchio d'aglio e un po' di rosmarino, ho aggiunto le tagliatelle appena scolate e una dose massiccia di pecorino e pepe nero!
Diciamo che mi sono concessa un buon pranzetto!



Due p.s. veloci:
1. oggi blogspot fa i capricci e non riesco ad impostare colore e carattere al post..
2. questa pasta è molto buona anche accompagnata da sughi a base di verdure, per Natale Gabri l'aveva condita con asparagi e panna.