venerdì 29 agosto 2008

NON CI CAPISCO UN FICO SECCO!!!

Ecco!..la volevo da tantissimo e adesso che è mia non la so usare!! Di cosa parlo?..ma della gelatiera è ovvio!!
Quante volte mi sono fermata al supermercato a guardarla, quanto ho invidiato e decantato la gelatiera del mio amico Luca e ora che è entrata in questa casa non ha fatto altro che fare pessimi gelati (ha fatto..come se la colpa fosse dell'attrezzo)!!
Da vera furba quale sono ho iniziato a preparalo senza leggere le istruzioni. Dopo aver raffreddato il disco refrigerante l'ho posizionato nella gelatiera e tutta contenta ho iniziato a versare gli ingredienti..peccato che non avessi azionato le pale e che tutti gli ingredienti si sono congelati sul fondo creando uno strato di ghiaccio alto 2 dita..ovviamente però non mi sono accorta di nulla, ho azionato il motore e le pale (di plastica) poverine non volevano saperne di girare (e non potevano girare perchè era tutto un ghiacciolo) allora ho iniziato a pigiare forte sul coperchio nella speranza che si sbloccassero..e ho iniziato a lanciare impropreri verso la gelatiera stessa..il tono era piuttosto lamentoso e la frase ricorrente era "tanto lo so che sei difettosa..ora ti riporto alla coop!!!". Dopo 20 minuti di sgomento mi è balenato per il cervello di guardare le istruzioni ed era scritto lì, nero su bianco, VERSARE GLI INGREDIENTI QUANDO LE PALE SONO IN MOVIMENTO ALTRIMENTI GLI INGREDIENTI SI SOLIDIFICANO..ho cercato di rimediare ma era già troppo tardi..il disco refrigerante non veniva più via..era un pezzo unico con la gelatiera ed ho dovuto buttare tutto in terrazza nella speranza che il sole sciogliesse il gelo del mio nuovo elettrodomestico!
Alla fine il gelato l'ho fatto (gusto yogurt) ma diciamo che non è riuscito benissimo!
Oggi ci ho riprovato con questo ricotta e fichi, è venuto decisamente troppo dolce e troppo liquido..io la ricetta la pubblico..ma è più una richiesta d'aiuto che altro..c'è qualcuno di voi che mi spiega come posso iniziare ad andar d'accordo con questo macchinario infernale??

@

GELATO RICOTTA E FICHI (ovvero come rovinare un gelato e abbandonare tutti i sogni riposti in una gelatiera!!)
@
Ingredienti
@
350 gr di ricotta
150 gr di panna montata
200 gr di latte
125 gr zucchero
6 fichi (+ 1 cucchiaio di zucchero)
Mettete i fichi in una casseruola e copriteli con acqua e con un cucchiaio di zucchero, fateli bollire per 10 minuti, scolateli, tagliateli in piccoli pezzi e lasciateli raffreddare.
Montate la panna e aggiungete lo zucchero (riducete le dosi perchè era decisamente stucchevole). Lavorate la ricotta con il latte e unitela alla panna montata. Versate il tutto nella gelatiera (con le pale in movimento!!!). Trascorsi 20 minuti aggiungete i fichi. Dopo 40 minuti il gelato è pronto (o almeno dovrebbe).
Allora?..dov'è l'errore??

si..lo so che sembra latte con 2 fichi affogati!!

domenica 24 agosto 2008

FAST "FINGER" FOOD

Quanto ci ho pensato!!! Da quando SALSADISAPA ha lanciato "ANNI 80'S RESTYLING" non è passato un giorno senza che riflettessi su cosa facevo io negli anni 80, come ci si vestiva, quali erano i tormentoni del periodo e sopratutto cosa si mangiava!
Devo dire che mi è venuta un sacco di nostalgia e se fossi stata veramente brava avrei sicuramente riprodotto il gelato della PANTERA ROSA o il PIEDONE dell'eldorado!! Navigando un po' sul web mi sono lasciata trasportare dalla malinconia, ho trovato blog fantastici e ho rivisto cose e slogan che avevo messo nel dimenticatoio! Mi sono incantata davanti alla raccolta completa di sopresine del mulino bianco, ho rivisto il mitico braccialetto slap (quello che dovevi tirarlo forte sul polso per metterlo), ho ripensato ai miei scaldamuscoli rosa fuxia, alla Girella, al MagoGì, a Rockfeller, a Super Viky (quanto mi piaceva!!) e poi mi sono venuti in mente loro: i paninari e i fast food!
Senza ombra di dubbio i paninari sono un punto cardine degli anni 80 e in Italia, proprio in quegli anni, sono stati aperti i primi fast food. Io, dal basso dei miei 6-7 anni, guardavo il Dirve In la domenica sera e chiedevo ai miei genitori di portarmi a cena in "paninoteca" come se fosse stato un posto meraviglioso! Ovviamente non mi hanno mai accontentata e adesso mi prendo la mia rivincita..ho pensato di rivisitare il classico hamburger da fast food e di creare qualcosa che sia più vicino alle nostre "manie" del 2008!
Vi presento i miei:
FAST "FINGER" FOOD
@

Anche nel 2008 abbiamo le nostre espressioni tipiche e le nostre mode, secondo me questi anni sono gli anni dell'apericena e del finger food! Eccovi quindi una tipica cena da fast food da mangiare con le mani e in un sol boccone. C'è una piccola variante anche nel ripieno del panino, ho sostituito la classica "svizzerina" con un burger di cous cous e verdure..perchè come avrete già capito a me la carne piace poco!
Ma facciamo ordine e iniziamo con la ricetta dei panini:

PANINI PER HAMBURGER
@
Ingredienti
@
300 gr di farina 0
300 gr di manitoba
180 gr di latte
130 gr di acqua (forse anche meno)
1 uovo
30 gr di burro
10 gr di sale
25 gr di zucchero
1 cubetto di lievito
semi di sesamo
@
Unite le due farine e il sale e mescolate, aggiungete l'uovo e il burro. Pesate il latte, unite lo zucchero e il lievito facendolo sciogliere. Versate il liquido nella farina e iniziate ad impastare fino a quando non otterrete una pasta liscia. Fate lievitare. Suddividete l'impasto in piccole palline, spennellate la superficie con del latte e cospargete con i semi di sesamo e lasciate rilievitare.
Cuocete in forno ben caldo fino a quando non sono dorati.

BURGER DI COUS COUS
@
Ingredienti
@
Cous Cosu 200 gr
2 patate
2 zucchine
1 pomodoro
250 gr di feta
1 cipolla
1 cucchiaio di farina di grano saraceno
1 uovo
pan grattato q.b.
@
Lessate il cous cous in abbondante acqua salata. In una padella versate dell'olio e fateci rosolare una cipolla e le zucchine grattugiate con la grattugia a fori grossi (devono risultare a scagliette), quando hanno preso un po' di colore unite il pomodoro, privato della buccia e ridotto a pezzettini, e portate a cottura. A parte lessate le patate.
Scolate il cous cous e saltatelo in padella con le verdure, aggiungete le patate passate allo schiacciapatate e la feta. Lasciate raffreddare un po', unite la farina e iniziate a dargli la forma di mini burger. Passate i burgerini nell'uovo sbattuto e successivamente nel pan grattato. Friggete in abbondante olio d'oliva.
Tralascio la descrizione del milk shake perchè altro non è che una cialtroneria!

sabato 9 agosto 2008

Un pomodorino ripieno?

Ieri a Firenze erano 34°..una caldo bestiale..io mi sono aggirata per casa con il ventilatore al seguito per tutta la giornata: ho ciondolato sul divano del salotto, poi mi sono spostata su quello di cucina, poi sono tornata su quello del salotto fino a quando non ho deciso che era meglio ignorare la calura estiva e buttarsi in qualche attività che impegnasse il cervello e le mani. Sfogliando il nuovo libro di ricette (che Luca mi ha regalato per il mio compleanno) ho deciso di imbastire una cenetta a base di pomodori ripieni.


POMODORI RIPIENI DI RISO, ACCIUGHE E CAPPERI

Ingredienti

5 grossi pomodori
150 gr di riso
4 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
1 ciuffo di maggiorana
1 ciuffo di basilico
4 filetti di acciuga sottolio
1 cucchiaio di capperi sottaceto
3 patate
1 limone
3 cucchiai di brodo vegetale
sale e pepe

Lessate il riso in abbondante acqua salata, scolatelo al dente, trasferitelo in una terrina e conditelo con 2 cucchiai di olio, la maggiorana e il basilico tagliuzzati, i filetti di acciuga tritati insieme ai capperi sgocciolati e un pizzico di pepe.
Tagliate le calotte ai pomodori (tenetele da parte), svuotateli e mescolate la loro polpa al riso.
Salate l'interno dei pomodori e metteteli capovolti su un tagliere affinchè perdano l'acqua di vegetazione.
Nel frattempo pelate le patate, riducetele a spicchi e passatele nel succo di limone.
In una pirofila unta d'olio adagiate le patate, salatele e irroratele con il brodo.
Riempite i pomodori con il riso e sistemateli nella pirofila assieme alle patate.
Coprite il tutto con un foglio d'alluminio e fate in modo che sia ben sigillato, cuocete in forno a 200° per 20 minuti. Trascorsi questi 20 minuti togliete il foglio d'alluminio e continuate la cottura fino a quando le patate non risultano cotte.